LOCALI MOLTO PIÙ.. BRAVES

16-2017-01


COMUNICATO STAMPA N. 16/2016-17 del 22/04/2017

 
Prendersela con le assenze non è la scappatoia migliore per giustificare una pesante sconfitta. Lo sa bene l’head coach Giuseppe Fiorito: nelle dichiarazioni rilasciate nel post gara di Bologna (vedere in basso) fa pensare a problemi che vanno ben oltre la situazione di emergenza sfortunatamente creatasi dalla prima uscita di campionato.
Quel preoccupante senso di disfatta, più morale che agonistico, si è evinto in maniera nuda e cruda nel match interdivisionale contro i Braves che hanno dettato legge per tutti i sessanti minuti effettivi. Corse, lanci, field goal: c’è stato di tutto nel repertorio dei padroni di casa, abili nell’affondare, talvolta con semplicità, nell’end zone avversaria.
Lo sconforto per non aver ancora ottenuto il primo successo stagionale condizionerà l’umore dei crociati fino alla prossima gara, prevista domenica prossima, in casa dei Blue Storms Busto Arsizio. Ma si attendono le iniezioni di fiducia da parte dei veterani, come Matia Pisu, esempio di serietà e spirito combattivo che anche in Emilia ha fatto valere la sua esperienza in attacco. Tra i meno anziani buona la prestazione offerta da Federico Cabras.

CAMPIONATO ITALIANO II DIVISIONE
GIRONE A - BYE WEEK 02

BOLOGNA – C.S.Bernardi – Via degli Orti, 60
22/04/2017 – Ore 13:00

BRAVES BOLOGNA 37  - CRUSADERS CAGLIARI 0

 

Read more

INSEGUENDO UNA VITTORIA

15-2017-02


COMUNICATO STAMPA N. 15/2016-17 del 19/04/2017

 

Le buone intenzioni supportate da riscontri concreti sul campo erano state evidenziate nell’ultima apparizione casalinga. Alla viglia del secondo ed ultimo match interdivisionale (cioè con una compagine non compresa nel girone di appartenenza) ci si attacca alla passione, all’orgoglio e alla generosità agonistica per supplire il cronico problema delle assenze.
Si parte verso il capoluogo dell’Emilia Romagna con l’idea di continuare ad emanare segnali positivi, ma così conciati i rosso argento hanno la consapevolezza di poter naufragare per eccesso di stanchezza. Nelle loro quattro uscite stagionali i Braves Bologna hanno totalizzato due successi molto netti (Chiefs Ravenna, Ravens Imola), e altrettanti stop (minimo lo scarto dopo il derby con i Warriors Bologna, più accentuato nei confronti dei Bengals Brescia).
C’è tanta apprensione in casa Crusaders per le condizioni del cornerback Gianfranco Farris che in queste ore saprà se deve dire definitivamente addio al campionato per via di un menisco bizzoso. Per contro dovrebbe ritornare in azione Simone Romellini (vedere intervista in basso).
Per ciò che concerne l’attività extra sportiva, la società presieduta da Emanuele Garzia lancia la consueta campagna di sensibilizzazione per farsi destinare il cinque per mille. Nel link di seguito i dettagli dell’iniziativa:

5x1000 per i Crusaders.

CAMPIONATO ITALIANO II DIVISIONE
GIRONE A - BYE WEEK 02

BOLOGNA – C.S.Bernardi – Via degli Orti, 60
22/04/2017 – Ore 13:00

BRAVES BOLOGNA   - CRUSADERS CAGLIARI

 

Read more

SCONFITTA CON SORRISO

14-2017-01


COMUNICATO STAMPA N. 14/2016-17 del 02/04/2017

Come se si fosse vinto. A furia di prenderle in malo modo, l’equipe rosso argentea ne fa una questione d’orgoglio personale. Riesce a frenare l’ardimentosa officina d’attacco laziale che nella messe di Monte Claro si deve accontentare di un field goal e di un fortunoso touch down. Troppo poco se paragonati agli 81 punti incassati nelle precedenti tre gare. E gli assidui masticatori di Football Americano argomentano che potrebbe essere una seria candidata alla vittoria finale.
A fine gara sono eloquenti le poche parole espresse dal team manager locale Giuseppe Marongiu: “Per la prima volta in questa stagione ho visto finalmente un gruppo compatto che ha lottato e combattuto sino al fischio finale. Il risultato non ci ha dato ragione, ma finalmente si è palesata una squadra”.
Stefano Murgia riceve le congratulazioni del gruppo per la sua intraprendenza in difesa (non è una novità), ma soprattutto per essersi rivelato un runner d’eccezione, siglando l’unica segnatura crociata. Menzioni anche per Andrea Antonino e Federico Cabras.

CAMPIONATO ITALIANO II DIVISIONE
GIRONE A - WEEK 05

Cagliari – Centro Sportivo Monte Claro – Via Cadello, 9
2/04/2017 – Ore 13:00

CRUSADERS CAGLIARI 06   - GLADIATORI ROMA 09

 

Read more

ANCORA TANTE ASSENZE PER IL SECONDO IMPEGNO CASALINGO

13-2017-01


COMUNICATO STAMPA N. 13/2016-17 del 31/03/2017

Il primo match interdivisionale della stagione non è dei più semplici. A Cagliari arrivano i Gladiatori, compagine che nelle prime tre gare di campionato ha totalizzato due successi (Mad Bulls Barletta, Barbari Roma Nord) e una sconfitta (Elephants Catania). A rincarare la dose sull’effettivo valore dei capitolini ci pensa l’head coach dei rosso argento Giuseppe Fiorito: “Giocano un ottimo football e per tenergli testa dobbiamo portare il nostro gioco su un altro livello”. Dopo due sconfitte in altrettante gare svoltare è d’obbligo ma i problemi di varia natura continuano ad attanagliare lo spogliatoio cagliaritano. “Gli allenamenti non stanno andando benissimo – aggiunge Fiorito – perché purtroppo non siamo riusciti a capitalizzare la settimana di bye che avevamo. Un errore che abbiamo commesso anche lo scorso anno”.
E poi l’infermeria continua ad essere in over booking con Massimo Antonino, Davide Cappai, Simone Romellini, Andrea Lianas e Massimo Tecli ancora out a far compagnia a Luca Puddu e Nicola Pintus fuori per la stagione. “L'unica nota positiva – rileva il capo allenatore - sono i probabili ritorni di Riccardo Pili e Gianfranco Farris”. Evidentemente la grande delusione mostrata dal coaching staff dopo il pessimo secondo tempo offerto nella gara con i Gorillas Varese non è servita ad arginare le assenze alle sedute di Monte Claro: “Altri atleti come Gianni Cadeddu, Gianluca Demuro e Pierpaolo Mudu sono in forse visto che non si allenano da dieci giorni”. C’è o meno la voglia di fare bella figura nel terzo impegno stagionale? “Lo spero – conclude Fiorito - ma tra il dire e il fare c'è di mezzo l'allenare”.

CAMPIONATO ITALIANO II DIVISIONE
GIRONE A - WEEK 05

Cagliari – Centro Sportivo Monte Claro – Via Cadello, 9
2/04/2017 – Ore 13:00

CRUSADERS CAGLIARI   - GLADIATORI ROMA

 

Read more

SECONDO CAPITOMBOLO CONSECUTIVO

12-2017-01


COMUNICATO STAMPA N. 12/2016-17 del 19/03/2017


I dirigenti si sono fatti in quattro per garantire ai tifosi un minimo di comfort attorno ad un rettangolo di gioco privo tribune. E le sedie disposte lungo la rete che delimita il campo, sono state accolte entusiasticamente soprattutto dalle mamme presenti. Peccato che sull’erba di Monte Claro i padroni di casa abbiano steccato la prima casalinga con un’altra sfida dai due volti; a detta dei più assai peggiore rispetto a quella di domenica scorsa con gli Skorpions. Ci sarà da lavorare parecchio, ne sono consapevoli tutti quanti.
Il lato extra sportivo è stato invece molto fraterno, perché in nottata tutti i giocatori hanno fatto gruppo al ‘Major’, ammaliati dagli Spaghetti ai Ricci e dalle Trofie alla Carlofortina.

 

CAMPIONATO ITALIANO II DIVISIONE
GIRONE A - WEEK 04

Cagliari – Centro Sportivo Monte Claro – Via Cadello, 9
18/03/2017 – Ore 20:00

CRUSADERS CAGLIARI 7  - GORILLAS VARESE 17


1° tempo (7–0)
Marcatori: Td Simone Moccia run (Cru); 1 pt addizionale di Bonifacio Ruggiu.

2° tempo (0 - 17): Td Fabio Ferrari run (Gor); 1 pt addizionale di Samuele Perucconi; Td Fabio Ferrari run (Gor); 1 pt addizionale di Samuele Perucconi; Field Goal Samuele Perucconi (Gor)

Read more

GIOCHIAMO AL CUS CAGLIARI! PIA ILLUSIONE.. MA ANCHE A MONTE CLARO NON SCHERZANO

11-2017-01


COMUNICATO STAMPA N. 11/2016-17 del 16/03/2017


Prima un silenzio imbarazzato, poi il venir meno ad un accordo preso. A pochi giorni dall’inizio del campionato. Ed ora tanto, tantissimo amaro in bocca. I Crusaders pensavano di aver trovato una casa dignitosa, almeno per le partite ufficiali, presso l’impianto del CUS Cagliari a Sa Duchessa. Si ritrovano con il solito pugno di mosche, nel senso che come nelle precedenti stagioni, sarà il Centro Sportivo di Monte Claro ad accogliere le loro gare interne. Ma anche per riconquistare il “vecchio possedimento” c’è stata la necessità di rivedere l’orario della gara, da tempo concordato. I servizi che avrebbero riservato le strutture di via Is Mirrionis non hanno nulla a che vedere con il clima spartano che qualche centinaio di metri più avanti offre il terreno di via Cadello.
Nessuno ascolterà l’ennesima lamentela della società rosso argentea, ormai è una litania che va avanti da lustri, ma per onor di cronaca il team manager Ninni Marongiu racconta l’evolversi di una vicenda che ha il sapore del paradosso.

Tutto è cominciato quando vi siete messi a cercare maggiori comfort, soprattutto per la tifoseria.
Cerchiamo un campo dove poter disputare degnamente le partite, non soltanto per quanto riguarda il fondo, ma anche sotto l’aspetto dell’accoglienza, con l’utilizzo di tribune degne di quel nome. E poi ci piacerebbe poter disporre di un bar e di spogliatoi capienti.

Qualcosa stava per cambiare..
Nelle varie ricerche avevamo colto come importante opportunità il cambio di gestione al CUS Cagliari, che era stato assunto da persone giovani e con un passato sportivo alle spalle. Dopo averli contattati ci avevano dato una disponibilità di massima, a discutere sulla concessione dei campi, esclusivamente per le sole partite.

Tutto sembrava andare per il meglio.
Dopo varie chiacchierate e diversi scambi di mail, ho partecipato ad un incontro con il presidente Marco Meloni e il vice presidente vicario Stefano Demontis. Siamo arrivati a formulare un accordo che contemplava tutti i dettagli per la concessione (a pagamento) del terreno di gioco di Sa Duchessa, quello circondato dalla pista di atletica. Sia sotto il profilo economico, sia sotto quello logistico.

Vi siete lasciati calorosamente..
Rimanemmo d’accordo che io avrei inviato una mail riepilogativa che entrambe le parti avrebbero sottoscritto per accettazione. A questa mail non segue però alcun cenno di riscontro. Dopo qualche giorno ne mando un’altra di sollecito e a quel punto ricevo una telefonata con la quale mi dicevano che l’accordo non poteva avere seguito per via di non meglio precisate opposizioni che si erano manifestate all’interno del consiglio direttivo del CUS.

Come prima, forse anche peggio.
Ci siamo ritrovati, ad una settimana dall’inizio del campionato, a cercare un altro campo. Per fortuna quello solito di Monte Claro era ancora disponibile e lo abbiamo confermato. Spazio che pur prestandosi dal punto di vista tecnico è privo di spalti, bar e di una pur minima accoglienza per il pubblico.

Non prima di esservi imbattuti negli annosi contrattempi..
Già..In realtà la Provincia ci aveva confermato piena disponibilità, poi giusto ieri mattina ha revocato la concessione costringendoci a cambiare orario (dalle 19 alle 20) e sperare che la FIDAF (Federazione di American Football) accettasse lo spostamento.

Che riflessioni fare dopo questa ennesima beffa?
Solo di natura generale. Sul fatto che i Crusaders non riescano a trovare una casa dove instaurare definitivamente la propria sede. E poi, a proposito del CUS Cagliari, che sia venuto meno ad un impegno di fatto già preso e non onorato per ragioni sfuggenti ai più. Il presidente Meloni ci aveva dato la sua parola e si dà per scontato che quando si arriva a tanto significa esistano i presupposti per poterlo fare, senza dover nuovamente riportare tutto quanto in consiglio. Molto spesso, in organizzazioni di questo tipo, le difficoltà legate agli equilibri interni possono ribaltare tutto, ma chi di dovere avrebbe dovuto risolverle prima di darci ampia disponibilità.

Read more