UN SUPER BOWL MOLTO SPECIALE QUELLO CHE I CRU SI GODONO ALLA CLUB HOUSE DI MONSERRATO


02-2016-01


COMUNICATO STAMPA N. 16/2015-16 del 05/02/2016


Il siparietto più comico si apre quando nel bel mezzo della telecronaca in diretta qualche imprudente avventore decide di cambiare canale. Allora la Club House di Monserrato si trasforma in un saloon semiserio dove inizia a volare di tutto. Ma per assistere al Super Bowl, c’è un altro rituale da rispettare rigorosamente: la corretta posizione di ciascuno dei presenti. Non a caso il referente Matia Pisu per diversi giorni si è scervellato nel disegnare la piantina con i posti storici da assegnare. Lo hanno aiutato anche Carlo Caruana e Fabrizio Sulis, ormai con una lunga esperienza alle spalle su questo tradizionale appuntamento invernale. Il resto si può facilmente immaginare: mentre Denver e Carolina, le protagoniste della 50esima edizione del Super Bowl, sgambetteranno nello stadio di Santa Clara, Crusaders e affini alleneranno l’apparato digerente con saporite grigliate e nettari raccomandati direttamente da Bacco. Le battute si sovrapporranno a raffica; a qualcuno tornerà la voglia di parlare di football, ma non è molto sicuro che verrà preso seriamente.
In venticinque anni di storia, innumerabili sono stati giocatori e simpatizzanti che hanno fatto “cricca” per trascorrere una notte insonne all’insegna del divertimento. Tra loro anche qualche americano, molto legato alla famiglia Crusaders, che per l’occasione viene stanato con il compito di sviscerare quei momenti irripetibili di convivialità estrema. Di seguito le testimonianze di Paul Frick, Louis J Buschi e Tony Simmons.

Read more

UN VENTICINQUENNALE DA PELLE D’OCA


01-2016-07


COMUNICATO STAMPA N. 15/2015-16 del 12-01-2016

Tutto cominciò il 19 dicembre del 1990. Da allora sono tante le storie già scritte, tra pesanti passivi e finali tricolori, caschi scalfiti dagli urti e shoulders sgangherati si, ma non ancora da sacrificare all’indifferenziato. Le avventure in lungo e in largo per la Penisola Italica si protrarranno ancora, ma domenica il tempo si è fermato.
Per festeggiare degnamente i venticinque anni di vita, il lavoro di squadra è indispensabile. E sotto questo aspetto i validi crociati possono tranquillamente fare scuola. Per l’ora di pranzo centotrenta persone hanno preso d’assalto Villa Rossi, ubicata nell’agro di Ussana. E se sono state “controllate” in ogni minimo dettaglio lo si deve alla caparbietà di un “manipolo di indefessi” che si sono superati nel fare in modo che i cinque lustri venissero solennizzati in maniera encomiabile.
“Per gli inviti – racconta Aldo Palmas, offensive coordinator della squadra senior - ci siamo distribuiti i compiti con Sergio Andrea Meloni, Amedeo Toran, il presidentissimo Emanuele Garzia (vedere intervista in basso) e Gianfranco Farris; ovviamente tutti i giocatori hanno invitato i propri amici e parenti”.
Ma c’era da curare anche la logistica e su quel versante un grosso contributo l’ha dato Carlo Aymerich (proprietario di villa Rossi), e poi Giulia Congia (vedere intervista ancora più in basso), Matia Pisu, Andrea Meloni e Efisio Melis. “Villa Rossi è una fantastica location che si presta a pranzi conviviali – prosegue Palmas – appartiene ad un nostro compagno di squadra che la gestisce personalmente; eravamo sicuri che saremo stati bene”.
Tra atleti, dirigenti, genitori ed ex a vario titolo, spiccano il senatore pentastellato Roberto Cotti e il politico di lungo corso Piergiorgio Massidda: il primo vanta un passato da kicker agli albori del football americano a Cagliari; il secondo per un breve periodo ha ricoperto la carica di vicepresidente FIDAF. “Rispetto alla lista iniziale degli invitati – ha evidenziato il tecnico dei Crusaders - non hanno risposto all’appello circa trenta persone, ma tra quelli che hanno dato la conferma le defezioni sono state pochissime. Alla fine abbiamo dovuto bloccare ulteriori adesioni. Sono felice di aver riabbracciato compagni e dirigenti che non vedevo da quasi dieci anni. Alcuni non li conoscevo proprio, solo visti in qualche foto storica”.
Il menù del pranzo è stato di chiare influenze campidanesi, “tutto ottimo e abbondante” tendono a precisare gran parte dei commensali e dopo aver soddisfatto le pretese dello stomaco via alla lotteria con dodici estrazioni che come premi prevedeva i calendari 2016 dei Crusaders, orologi, accendini Zippo, cappelli e indumenti vari tutti griffati con il logo della società.
Le emozioni si scatenano definitivamente allo spegnimento della candeline che infilzavano la dolce composizione studiata appositamente per l’occasione. Ma basta piangere, il campionato di II divisione è alle porte. “Per lo più abbiamo ricordato partite, trasferte o uscite degli anni passati – chiude Aldo Palmas - del prossimo campionato abbiamo semplicemente detto che ci piacerebbe avere il sostegno di tutti quelli che negli anni sono stati Crusaders”.

Read more

VERSO LA II DIVISIONE SENZA MAI ANNOIARSI


14-2015 01


COMUNICATO STAMPA N. 14/2015-16 del 12-12-2015

In venticinque anni di storia Crusaders i saliscendi della vita sono sempre stati affrontati col miglior spirito possibile. I problemi vanno e vengono, ma se presi di petto si arriva comunque ad una soluzione. Il presidente Emanuele Garzia analizza un momento particolare in cui, chiuso il campionato under 19, si lavora per la II divisione di cui ancora non si conosce la composizione dei gironi. E in attesa di pianificare le trasferte non lo ha lasciato certo indifferente sapere che a loro e a tanti altri club che attraversano continuamente il Tirreno per giocare, non sono state concesse delle agevolazioni tariffarie da parte della ex compagnia di bandiera italiana.
I recenti crimini a sfondo religioso perpetrati a Parigi hanno anche aperto un caso di coscienza tra i giocatori stessi: si discute se il nome del club non possa creare imbarazzo.
Ma il gruppo va avanti compatto cercando sempre di interagire con altre realtà: di recente la senior si è sottoposta a sedute di allenamento coordinate da Andrea Loi, coach della Pallavolo Alfieri Cagliari e in seguito assaggiando i programmi suggeriti da CrossFit Kasteddu & CrossFit Sant Elena.
Godibili anche le apparizioni televisive con Emanuele Garzia e il coach della Senior Giuseppe Fiorito che hanno avuto modo di propagandare il football sardo ad una platea di ascoltatori eterogenea.
Anche l’head coach della giovanile Luca Giraldi fa una disamina dell’ultimo campionato, non nascondendo le delusioni che questa esperienza ha prodotto. Ma il segreto dei rosso argento è che da questi momenti di sconforto ci si rialza con più voglia di fare.


Read more

DIVENTA ESSENZIALE PROSEGUIRE CON LA SENIOR


13-2015 16 01


COMUNICATO STAMPA N. 13/2015-16 del 23-11-2015

Scorpioni più deboli delle irraggiungibili milanesi, ma lontani ancora mille miglia per i fanalini di coda. Fallisce impietosamente il tentativo dei sardi di portare a casa la prima vittoria stagionale e purtroppo non si avvera neppure il desiderio di realizzare davanti al proprio pubblico almeno un touchdown. Troppo forti gli avversari, anche se sicuramente la compagine rosso argento ha avuto più spazi a disposizione per esprimere la mole di lavoro sviluppata con tanto ardore da parte del coaching staff. Tanto per cambiare gli esiti del kick off sono stati devastanti. Stavolta i padroni di casa consegnano palla e segnatura in seguito ad un fumble: un’altra di quelle docce fredde che minano inesorabilmente la lucidità tattica. Non prima di aver fallito clamorosamente la fase del riaggancio con una serie di drive che hanno avvicinato i locali ad appena 20 iarde dalla end zone. A quel punto non sono bastati altri quattro down per accorciare le distanze.
Poi il tracollo può avere inizio con altre due mete ideate e condotte sul sintetico di Monteclaro dal duo varesino Auriemma - Giambra bravo a correre fino in fondo, il primo, e a ottimizzare il raccolto, l’altro. Sul ventidue a zero per gli ospiti altro piccolo acuto crociato con Nicholas Usai che dopo aver ricoperto un fumble s’invola fino a 25 iarde dalla meta. Ma anche in quella circostanza il muro ospite diventa invalicabile. Le strigliate dell’head coach Luca Giraldi e dei suoi collaboratori rigenerano parzialmente gli animi dei cagliaritani che se non altro per il terzo quarto mantengono invariato il punteggio. Purtroppo deve fare gli straordinari il medico Elisabetta Marongiu. Alla fine della contesa saranno tre i giocatori autoctoni costretti ad abdicare per infortunio: Francesco Lampis, Gabriele Ruggeri e Preet Saini. Con l’infermeria in piena attività, i sopravvissuti accusano il peso delle responsabilità e nell’ultimo quarto cedono di nuovo ai lombardi che realizzano altri quattordici punti.


CAMPIONATO ITALIANO UNDER 19 - GIRONE D - WEEK 8

CAGLIARI – C.S. Monteclaro– Via Cadello, 9 - 12/11/2015 – Ore 13,00

CRUSADERS CAGLIARI 00 - SKORPIONS VARESE 42

1° tempo (00- 28) Marcatori: Td Dylan Auriemma run; trasformazione da 2 pt di Giuseppe Giambra. Td Giuseppe Giambra run; trasformazione da 2 pt di Giuseppe Giambra. Td Dylan Auriemma run; trasformazione da 2 pt di Giuseppe Giambra. Td Dylan Auriemma run.

 

2° tempo (00 – 14): Td Simone Magnarelli pass Giuseppe Giambra; ; trasformazione da 2 pt di Giuseppe Giambra. Tg Giuseppe Giambra pass Dylan Auriemma.

Read more

SI CHIUDE LA STAGIONE: ARRIVANO GLI SKORPIONS VARESE


12-2015-01


COMUNICATO STAMPA N. 12/2015-16 del 20-11-2015

Il mese e mezzo agonistico è volato via con una fretta esagerata. Neanche il tempo per prendere le misure ad un girone eccessivamente proibitivo, che già sta suonando la campanella dell’ultima ora. Ma prima di scaraventare i caschi e gavettonarsi con affetto, i giovani Cru si stanno preparando con grande diligenza all’esame finale. Una prova importante da esibire contro la squadra più abbordabile del mastodontico tris lombardo. Cercare un successo è prerogativa necessaria, ma se già si vedessero concreti miglioramenti nel gioco, il coaching staff ne sarebbe comunque entusiasta. “La gara è alla nostra portata – conferma l’head coach Luca Giraldie i ragazzi, reduci da allenamenti intensi e ben interpretati, hanno una voglia smisurata di vincere”. L’impostazione base della compagine varesina è imperniata sulle corse: “in realtà nulla di complicato – prosegue Giraldi – e se i ragazzi non si fanno suggestionare dalle ansie da prestazione, potrebbero fare cose interessanti. D’altronde in quest’ultimo mese siamo cresciuti tanto, giocheremo davanti al nostro pubblico e soprattutto non saremo condizionati dal viaggio”. A Monteclaro sono stati convocati tutti a parte Luca Fadda che proprio nella gara di andata si mise in grande evidenza: “peccato che non ci sia – sottolinea il capo allenatore – perché si trovava a proprio agio col gioco degli Skorpions”. Stasera ultimo allenamento di rifinitura, curando in particolar modo gli special team e determinate fasi di gioco: “spero che i miei giocatori riescano a fare bene nei fondamentali, come i placcaggi e i blocchi – conclude Giraldi – se vanno bene quelli siamo già a buon punto”.


CAMPIONATO ITALIANO UNDER 19 - GIRONE D - WEEK 8

CAGLIARI – C.S. Monteclaro– Via Cadello, 9

CRUSADERS CAGLIARI - SKORPIONS VARESE

Read more

TUTTO SECONDO COPIONE


11-2015 16 04


COMUNICATO STAMPA N. 11/2015-16 del 16-11-2015

Quasi un incontro fotocopia rispetto a otto giorni fa. L’affondo iniziale della compagine milanese è stato meno veemente, perché respinto ad una manciata di iarde dalla end zone. Tempo qualche secondo e viene sbloccato un risultato che lieviterà a senso unico, consentendo ai Seamen di mantenere in solitudine la leadership del girone. Infortuni, acciacchi, e motivazioni extra sportive impediscono al coaching staff isolano di schierare la formazione migliore: da un lato i presenti Gabriele Ruggeri e Domenico Bressanello lottano al 50% delle loro potenzialità, dall’altro si tenta di tamponare le falle causate dalle assenze Gian Luca Demuro, Nicholas Usai e Fabio Argiolas.
L’esecuzione dei placcaggi continua ad essere un problema: accade infatti che seppure a pochi centimetri di distanza, gli avversari riescano a sgusciare via con troppa semplicità, perché il crociato di turno non trova forza e giusto tempismo per atterrarli. C’è stata pure una nitida possibilità di realizzare un touchdown: il lancio preciso di Matteo Marceddu si perde tra le due mani di Nicola Mei, trovatosi in una posizione ideale per avviarsi verso la “gloria” in perfetta solitudine. Anche il reparto offensivo ha consentito ai locali di effettuare qualche intercetto di troppo. Resta un’ultima gara: domenica mattina a Monteclaro arrivano gli Skorpions Varese: un’ottima occasione per chiudere la stagione con un sorriso.


CAMPIONATO ITALIANO UNDER 19 - GIRONE D - WEEK 7

MILANO – C.S. Pavesi– Via Delemene, 3 - 15/11/2015 – Ore 13,00

SEAMEN MILANO 75 - CRUSADERS CAGLIARI 00

 

1° tempo (47 - 00)
2° tempo (28 - 00)

Read more