Football americano, tempo di bilanci per i Crusaders U19 - La società punta su reclutamento e diffusione del football


COMUNICATO STAMPA N. 26/2014

 

Il campionato per i Crusaders Cagliari Under 19, nonostante si sia chiuso con un'altra sconfitta ad opera dei fortissimi Marines per 34 a 00, ha lasciato negli animi della squadra più di un motivo per essere ottimisti. Il percorso fatto dai giovani Crociati è stato costantemente in crescita, tanto da riuscire a colmare almeno in parte il gap con le altre squadre più esperte. Adesso si guarda al futuro e al team senior nel quale entreranno ben nove giocatori della Under 19.

“E' tempo di bilanci per l'under 19 e devo dire che a fronte di mille inconvenienti di inizio stagione il finale è stato incoraggiante – ha sottolineato il presidente della società Giandomenico ‘Bego’ SannaLa dirigenza ha voluto puntare sul futuro della società e quindi la prima sfida da vincere è quella di aumentare il bacino di utenza di questo sport, puntando sui programmi scolastici e giovanili. Chi mastica di football americano sa che i ruoli nel gioco sono molto tecnici e digerire gli schemi ci vuole tempo”. E il presidente analizza il campionato appena concluso. “Abbiamo subito la defezione di giocatori chiave come il quarterback a inizio stagione, su cui ruota tutto l'attacco – ha detto ancora Bego Sanna - Per cui ci ha stupito la tenuta e lo slancio d'orgoglio del gruppo. Direi che se i problemi fortificano siamo a buon punto per la prossima stagione e sicuramente in credito con la fortuna, sempre utile per chi punta nei prossimi due anni di essere stabilmente nei playoff. Buon lavoro ragazzi!”. Dello stesso avviso l’head coach del team senior Giuseppe Fiorito che crede molto nel reclutamento di nuovi giocatori e allo stesso nella diffusione del football nelle scuole. "In questi giorni siamo impegnati in incontri in alcuni istituti - ha sottolineato ancora l'head coach - per far conoscere il  nostro sport e il flag football che ha le stesse regole della disciplina principale ma in cui non c'è contatto fisico. Stiamo cercando di far appassionare i giovani e coinvolgerli". Intanto si lavora sul futuro. "È iniziata la preparazione atletica della prima squadra - ha sottolineato Fiorito - nove giocatori che si sono ben comportati nel campionato Under 19 sono stati promossi. L'innesto di forze giovani che vanno ad affiancarsi agli esperti è fondamentale per far bene".  È soddisfatto del comportamento dei Crociati nell’ultimo match. "Era una partita ostica, secondo me i Marines sono la squadra che vincerà il campionato - ha detto Fiorito - i ragazzi si sono comportati bene, tanto che abbiamo ricevuto i complimenti dagli avversari". Una stima che potrebbe trasformarsi in qualche cosa di più. "I Marines sono rimasti colpiti dal nostro comportamento in campo e dal nostro miglioramento - ha detto ancora il coach - ci hanno chiesto se fosse possibile gemellare le squadre. È una proposta che ci fa piacere. Ci sarebbe in questo modo la possibilità di assistere ai loro allenamenti e lavorare insieme".

E' possibile seguire i Crusaders su Twitter,  Facebook e nella pagina web www.crusaders-cagliari.it.

 
 

 

25-01 

 

Manuel Scordo - Ufficio Stampa Crusaders Cagliari