CATTIVA LA PRIMA !

Anno III - Comunicato n. 2 del 10/10/2010

CAMPIONATO COLLEGE (UNDER 21) 2010 FIDAF - GIRONE ITALIA
CAGLIARI – Campo Sportivo Monte Claro – Via Cadello - 10/10/2010 - Ore 15,00


CRUSADERS CAGLIARI 00
VS
SEAMEN MILANO     28



Marcatori: Nel 1°t (0 –8) :Td n°7 (Seamen), 2 pt addizionali di Alessandro Vismara.
Nel 2° t (0 – 20) Td Federico Massironi (Seamen); Td Vismara (Seamen) + 2pt addizionali di Di Rosa; Td Victor Marin (Seamen).

CATTIVA LA PRIMA !

La stecca iniziale non si fa mancare mai. E quasi per non essere irrispettosi davanti alle tradizioni più consolidate, i Crusaders decidono di uscire col muso lungo nel giorno del primo kick off stagionale. Dall’altra parte della barricata i già rodati Seamen assecondano puntigliosamente le consegne del proprio coaching staff e tornano in terra lombarda da leader (per ora) incontrastati del girone “Italia”. I rosso argento hanno forse esagerato nel voler a tutti i costi essere ospitali con lo straniero al punto da concedere improvvise elargizioni che di sicuro non gli verranno restituite nel retourn match. Tante le pecche mostrate dai locali che tra passaggi errati, falli e trattenute hanno messo gli avversari nelle condizioni di egemonizzare il gioco con il minimo sforzo. L’head coach cagliaritano Riccardo Frau incassa ma non batte ciglio perché conosceva molto bene le precarie condizioni del suo team, orfano di molti giocatori di linea, ruolo che per niente al mondo deve rimanere scoperto. Le soluzioni alternative evidentemente non hanno funzionato, ma i visionatori sono pronti a scommettere che tra due settimane la musica cambierà di sicuro, perché questo pomeriggio i giocatori erano anche a corto di allenamenti. Gli afficionados, nonostante l’allarme meteo, si sono accomodati sulle tribunette di Monte Claro, pronti ad aprire e chiudere l’ombrello in una giocosa ed involontaria sincronia nei movimenti: sperano nell’immediata inversione di condotta, perché sono consci del reale valore della squadra.
Il punteggio si sblocca nel secondo quarto quando i milanesi, con un solo down a disposizione, tentano la carta Alessandro Vismara che penetra in agilità ma viene bloccato ad una sola yard dalla meta. Ma il pericolo non è affatto scampato perché il figlio dell’head coach milanese si trasforma in Qb, fa una sneak ed entra in end zone; poi trasforma con una corsa regalando i primi 8 punti ai Seamen.
Dopo la pausa gli ospiti consolidano il vantaggio grazie ancora a Vismara che consente al suo compagno Massironi di mettere in cascina altri sei punti.
Il gioiello vivente lombardo si esibisce in un’altra corsa vincente e due punti vengono aggiunti grazie alla corsa di Di Rosa (22 a 0) Uno stratosferico capo della difesa sarda, Alessandro Ortu, si è reso protagonista di spettacolari placcaggi ma si è dovuto inchinare alla sneak di Victor Marin che supportato da tutta la sua linea è riuscito a segnare altri 6 punti. La difesa crociata, nonostante la vendemmia in atto, mantiene la concentrazione ed impedisce la trasformazione.



LA PAROLA AI PROTAGONISTI

Riccardo Frau (Head – coach Crusaders): “Ci aspettavamo di perdere, anche con questo punteggio. L’assenza di alcuni giocatori in linea ci ha condizionati, costringendoci a giocare con un attacco stravolto a cui non eravamo abituati, purtroppo non siamo stati propositivi dal punto di vista offensivo.
In difesa i nostri hanno giocato abbastanza bene, alcune volte si sono dimenticati gli assegnamenti impartiti dal coach di riferimento, le mete dei Seamen sono arrivate più per demerito nostro che per merito loro.
Hanno avuto episodi a loro vantaggio perché se li sono saputi procurare. Complimenti ai Seamen, noi abbiamo due settimane per riprenderci ed andare a sfidare i Rhinos Milano, avversari molto validi che ci impegneranno di sicuro visto che noi abbiamo stravolto il nostro gioco ed abbiamo bisogno di tempo per oliare l’ingranaggio. Non abbiamo scuse, non abbiamo fatto bene ed abbiamo perso la partita. La prossima volta, se ci alleneremo in maniera adeguata, potremmo dire la nostra, senza ombra di dubbio”.

Jascha Minniti (Defensive coordinator Crusaders): “Dobbiamo lavorare di più, c’erano troppe assenze agli allenamenti, il demerito è tutto nostro, abbiamo commesso molti errori elementari , molti falli chiamati dagli arbitri erano per colpa nostra, e queste cose le paghiamo, il punteggio dice che abbiamo fatto troppi errori. I Seamen giocano un football molto semplice ma efficace, realizzano pochi schemi, gli giocano molto bene. Il demerito é nostro per non avergli impedito di fare quello che volevano, loro sono venuti in Sardegna per mettere in pratica esattamente ciò che hanno fatto, non hanno inventato nulla di particolare, nulla dove si potesse dire che non eravamo preparati, lo sapevamo e non siamo riusciti a fare niente. Alla prossima dobbiamo fare meglio, meglio, meglio”...

Alessandro Ortu (FB/Lb Crusaders): “Sinceramente sto bene ,sicuramente la vittoria sarebbe stata più soddisfacente, però sono contento di come abbiamo giocato, c’è qualcosa da perfezionare ma credo che andremo avanti. Dei Crusaders mi è piaciuta molto la difesa, ha tenuto duro negli ultimi down , abbiamo giocato abbastanza bene Bisogna allenarsi,  giocare aggressivi , evitando di fare le corse interne. Oggi eravamo un po’ più scoperti sui passaggi, infatti ci hanno beffato molto così. In queste due settimane cercheremo di mettere a punto un buon attacco, noi ce la metteremo tutta”.

Stefano Murgia (Allenatore defensive back Crusaders): “Forse hanno cominciato con un po’ di timore, alla fine del primo tempo abbiamo realizzato che eravamo sotto di otto punti e che la vittoria dipendeva solo da loro, perché se la potevano giocare. Se riusciamo a fargli cambiare mentalità e poi a correggere il placcaggio, il movimento d’insieme, possiamo andare avanti bene, perché ci sono delle buonissime individualità , bisogna muoversi bene in gruppo e dare una mentalità giusta, ce la possiamo fare. Io sono ottimista. Hanno pagato di sicuro anche l’emozione, c’erano molti alle prime armi, non sapevano ancora bene come funzionasse il gioco., hanno commesso degli errori banali. Se smettiamo di fare regali, vinciamo. Dobbiamo prevenire gli errori e soprattutto devono credere in loro stessi. Faccio i complimenti a tutti, soprattutto a Ortu che oggi è stato un grande; di sicuro miglioreremo.

Emanuele Garzia (Presidente Crusaders): “Siamo nati per soffrire, l’inizio di campionato è sempre così, però i nostri avversari erano forti. Non possiamo dare colpe agli altri, non c’era niente da fare. Cercheremo di rifarci a Milano. Rivedremo quello che è successo, correggeremo gli errori , integreremo l’organico e recupereremo chi non c’era per ripartire”.

CALENDARIO CAMPIONATO COLLEGE UNDER 21 FIDAF 2010 GIRONE ITALIA

30 settembre    Rhinos Milano AFT   - Seamen Milano                    8 - 22
09 ottobre         Rhinos Milano AFT   - Daemons Martesana            30 - 24          
10 ottobre         Crusaders Cagliari - Seamen Milano                0 - 28       
16 ottobre         Daemons Martesana –Seamen Milano             
23 ottobre         Rhinos Milano AFT   -  Crusaders Cagliari
30 ottobre         Seamen Milano         - Crusaders Cagliari
30 ottobre  -      Daemons Martesana - Rhinos Milano            
06 novembre    Daemons Martesana - Crusaders Cagliari
13 novembre    Seamen Milano           Rhinos Milano AFT   
14 novembre    Crusaders Cagliari -    Daemons Martesana   
20 novembre    Seamen Milano        -  Daemons Martesana   
21 novembre    Crusaders Cagliari - Rhinos Milano AFT   

CLASSIFICA: Seamen 4, Rhinos 2 ,Crusaders e Daemons 0.

LINK UTILI:

www.seamen.it

www.fidaf.org

Gipi Puggioni - Ufficio Stampa Crusaders Cagliari