ALDO PALMAS E IL SUO GRATIFICANTE BIENNIO

12-2013-00

Anno V. Comunicato n. 12 del 29/12/2012

Il resoconto della stagione è doveroso. Anche perché con ogni probabilità Aldo Palmas, dopo un biennio fruttuoso, lascerà le giovanili dei Crusaders per problemi di orari connaturati al suo lavoro. In attesa che questi dubbi vengano definitivamente sciolti l’head coach dell’under 18 si concede il meritato riposo ma non poltrirà più del necessario perché c’è da piegarsi sui libri in vista del conseguimento di un livello superiore nella gerarchia degli allenatori, con particolari approfondimenti sulle tecniche difensive. E poi farà anche indigestione di football in tv dal momento che stanno per cominciare i play – off NFL. Con una breve chiacchierata si passa in rassegna l’ultimo campionato Fivemen che ha impegnato i giovani crociati in tre bowl oltre mare (Verona e Roma) nei quali hanno conquistato tre successi, altrettante sconfitte e anche una vittoria di concentramento che però non è stata sufficiente per l’accesso alle finali nazionali.

Read more

L’IMPEGNO NON È MANCATO

11-2013-00

Anno V. Comunicato n. 11 del 17/12/2012


Un successo e una disfatta che si aggiungono ad un Bowl vinto e ad un totale di tre vittorie e di altrettante sconfitte. L’ingegner Nicola Polese, coordinatore difensivo dell’under 18, cerca di sfruttare al meglio la sua alta propensione verso le scienze matematiche. Pur ricorrendo ad artifici meno noti ai più, i calcoli accurati mostrano come i suoi giovani apprendisti, nelle più logiche delle ipotesi, non potranno essere ammessi alla fase finale del Fivemen. Le attente considerazioni aritmetiche di Polese potrebbero non essere in sintonia con quelle elaborate dalla Federazione. E in casa rosso argento tutti ci sperano. Intanto alla luce delle due ultime prestazioni altalenanti offerte nella capitale, l’head coach Aldo Palmas può ritenersi mediamente soddisfatto: “Non nego di essere un po’ deluso, ma resta la consapevolezza di aver portato dei nuovi giocatori nelle file dei Crusaders, e questo ci rende meno amara la giornata”.

Read more

PARTECIPARE E MAGARI VINCERE

10-2013-00

Anno V. Comunicato n. 10 del 14/12/2012

Era necessario un terzo bowl per poter almeno figurare in una classifica, anche se ai più sfugge il meccanismo attraverso il quale sarà stilata. Fatto sta che i crociati si mettono al sicuro partecipando nuovamente ad un concentramento romano, nella fattispecie organizzato dai Gladiatori. Le ultime novità sulla squadra che fin’ora ha fatto il cattivo ma anche il bellissimo tempo le illustra l’head coach Aldo Palmas: “Stiamo lavorando intensamente, alcuni ragazzi stanno facendo anche doppi allenamenti, junior e senior, per poter migliorare il più possibile”. I soliti nove giocatori si ritroveranno alle 5,30 di domenica mattina in aeroporto. Nella capitale faranno a botte nuovamente con gli under 18 della Legio XIII già incontrata e sconfitta nella precedente uscita. Ma questo aspetto non tranquillizza l’allenatore cagliaritano: nel frattempo i legionari hanno disputato altri due bowl e questo li avvantaggia: “Speriamo che i nostri allenamenti sopperiscano alla mancanza di partite in questo periodo – si - augura Palmas - e poi c’è l’incognita Express Napoli, di loro non abbiamo racimolato alcuna notizia. Alla volta del Lazio partiranno anche i fedelissimi collaboratori Nanni Polese e Walter Serra. Infine un giudizio personale sullo stato di forma dei suoi ragazzi: “per fortuna il loro umore è sempre buono – conclude Palmas - come è giusto che sia in un diciassettenne che pratica sport e che si impegna al massimo. Il risultato è secondario, anche se vincere ci piace di più”.

Read more

UNA SERATA DI SPORT ED EMOZIONI

09-2013-00

Anno V. Comunicato n. 9 del 02/12/2012

In fila indiana salgono i gradoni della tribuna. Con un rasserenante sorriso mamma Eleonora attende in cima i sudaticci gladiatori e li premia ad uno, ad uno, cingendo al collo la medaglia che terranno ben custodita nel ricordo del figlio Michelone. Tra Crusaders e Raptors, a Terramaini, corrono e festeggiano una cinquantina di caschi. Si aggiungano un altro centinaio di persone che oltre la cancellata applaudono e ballano, ascoltando le strampalate gag dell’intrattenitore Carlo Caruana, supportato dal vice – presidente Dario Mannoni che, tra un commentino tecnico e l’altro, segue la scia del collega “microforato”.
L’umidità si fa sentire ma è sopportabile, in campo nessuno se ne accorge. Neanche le Red Flames Cheer che per esigenze di scena devono evitare capi pesanti. Serata facile e festosa anche per il terzetto arbitrale (Alberto Toscano, Federica Meloni e Andrea Giraldi) nel dirigere una gara in formato “fast” dove sono vietati i bloccaggi del cronometro. Marginale il risultato finale con un 33/0 per i padroni di casa ancora a corto di preparazione. Il claudicante capitano Sergio Andrea Meloni riceve la coppa del Memorial De Virgiliis, ma come di consueto ci sono anche altri rosso argento da omaggiare. Il premio come miglior attaccante dei Cusaders stagione 2012/13 (intitolato alla memoria di Paolo Bruni) va all’assente giustificato Matia Pisu impegnato con la nazionale italiana (Blue Team). Quello al miglior difensore (intitolato alla memoria di Paolo Murgia), va al cornerback Simone Romellini. Riconoscimento anche al miglior rookie (esordiente) che è stato individuato nel cornerback Riccardo Pili.

Read more

LA SETTIMA FESTA NEL NOME DI MICHELE

08-2013-00

Comunicato n. 08 del 29/11/2012

La manifestazione dedicata al Comandante Michelone torna più splendente che mai con un match internazionale. Ad unirsi alla numerosa delegazione crociata, sarà la compagine dei Raptors Biguglia, proveniente dalla Corsica. “Daremo vita ad un incontro di pura amicizia – annuncia il presidente dei Crusaders Emanuele Garzia - ancor più suggestivo perché sarà in notturna. Il tutto culminerà con una simpatica festicciola organizzata con la collaborazione di dirigenti e genitori dei nostri ragazzi”. Oltre a celebrare l’indimenticabile Michele (vedere il profilo di Dario Mannoni in basso), la grande famiglia dei Crusaders si unisce nel ricordo di Paolo Bruni e Paolo Murgia (fratello di Francesco “Cipolipo”), altri due ex rosso argento prematuramente scomparsi.
Come tradizione agli atleti della senior e delle giovanili si uniranno ad alcune vecchie glorie che non vorranno sicuramente mancare all’attesissimo appuntamento. L’head coach Giacomo Clarkson, pur comprendendo che la gara ha un suo significato particolare, ne vuol approfittare per vedere in che condizioni versa il suo collettivo: “La prendo come un allenamento/test – dice l’avvocato - non particolarmente significativo, ma almeno iniziamo a vedere un po' di football giocato e magari vediamo all'opera anche qualche giovane”.
Come già accadde il 17 luglio 2010 nel memorial disputato a Senorbì tra cagliaritani e i Draghi di Udine, anche stavolta non sarà della partita il talentuoso Matia Pisu. In quella circostanza il ricevitore cagliaritano venne bloccato da un infortunio al naso; stavolta sarà impegnato a Bologna con il Blue Team che per la terza volta consecutiva l’ha chiamato a rapporto: “Sono contento per questa nuova convocazione – dichiara Matia - anche se mi dispiace parecchio dover saltare il Memorial per Michele De Virgilis; è una occasione per stare insieme anche ad ex giocatori e ricordare una figura importante nella storia dei Crusaders. Sabato, anche se sarò lontano, avrò sicuramente un pensiero per quello che starà avvenendo a Terramaini”. Sulla nuova convocazione si esprime così: “Stiamo continuando nell'installazione del nuovo sistema offensivo, personalmente non penso troppo avanti ma cercò di fare del mio meglio in questi raduni poi si vedrà. La preparazione con i Crusaders sta andando bene e vedo impegno da parte di tutti; mi sembra di sentire un buon entusiasmo generale”.
A Terramaini non mancheranno le Red Flames Cheers che, seppur contate per via di un’epidemia influenzale, metteranno in mostra le loro ultime coreografie.

Read more

I CRUSADERS VINCONO IL LEGION BOWL DI ROMA

06-2013-00

Anno V. Comunicato n. 7 del 26/11/2012

Al di sotto della Linea Gotica i crociati mostrano una tenuta mentale e atletica che non era trapelata sulle umidi paludi veronesi. Nella capitale non solo riescono ad esprimersi a livelli eccelsi, ma conquistano addirittura il bowl allestito dalla società Legio XIII. Sono sufficienti due superbe prestazioni da parte di un collettivo ristretto, dato che a causa di infortuni e dafaillance varie coach Aldo Palmas è costretto a barcamenarsi con appena nove atleti. In seguito a questa vittoria aumentano le probabilità di poter accedere alla fase finale del Fivemen. Intanto la formazione cagliaritana deve partecipare ad almeno un altro concentramento. E molto probabilmente sarà quello di Milano previsto domenica prossima. Salta invece l’ipotesi di un Bowl da organizzare in Sardegna: “Ci abbiamo messo tutta la nostra volontà – rimarca il presidente Emanuele Garzia – ma nessuna formazione della penisola ha risposto al nostro appello. Per l’anno prossimo la musica deve cambiare perché non è giusto che solo noi dobbiamo affrontare costose trasferte oltre Tirreno”.

Read more