SORBOLE, CI MANCAVANO ANCHE I LEGGENDARI LIONS

19-00-2013

Anno V. Comunicato n. 19 del 05/04/2013


Quella contro la nobile società bergamasca non è certo la partita ideale per provare l’auspicata fuoriuscita dalle acque limacciose in cui si è ingolfata la formazione allenata dall’head coach Giacomo Clarkson. Dodici Superbowl, il recente Italian Bowl targato Lenaf e per tre volte di seguito campioni d’Europa: questi gli esclusivi scettri di cui può andare fiera la Città benemerita del Risorgimento. Il pubblico che si assieperà sui gradoni dell’Eliseo Corona avrà l’onore di partecipare ad una sfida interdivisionale inedita ma con i pronostici che pendono completamente sul fronte lombardo: i re della foresta hanno totalizzato tre vittorie su tre, mentre i rosso argento devono fare i conti con un inizio che eufemisticamente può definirsi “in salita”, complici le sconfitte casalinghe con le romane Grizzlies e Barbari. Il responsabile dell’attacco cagliaritano Tony Simmons sa perfettamente a cosa andrà incontro: “Ci misureremo con una delle squadre più forti del campionato – dice – e per quanto riguarda il reparto offensivo dobbiamo sicuramente migliorare ma non c’è bisogno di rivoluzionarlo perché possiamo contare sull’apporto di due quarterback e di diversi talenti che possono fare la differenza, l’importante è che si dia il massimo”. Ma sul rientro del qb titolare Sergio Andrea Meloni, vittima di un infortunio nella gara d’esordio, non si hanno certezze anche se lo stesso regista ha detto di essersi rimesso a correre e di aver dato la sua disponibilità al coaching staff. Le reazioni dopo la pesante sconfitta patita dai Barbari sono state archiviate: “I giocatori ci hanno messo una pietra sopra e sono andati oltre – continua l’allenatore di Chicago – a noi dello staff tecnico non è restato altro che proseguire con il solito lavoro caratterizzato anche dall’apprendimento dei video della squadra che ci apprestiamo a sfidare”. Nella sua onorata carriera in NFL l’ex atleta professionista ha sicuramente attraversato dei momenti di scoramento dovuti a prestazioni incolori ma è riuscito sempre a coglierne il lato positivo: “Tutte le volte che ho espresso un gioco pessimo, ho sempre voluto soffermarmi sugli errori e migliorare – spiega Simmons – e ai ragazzi crociati sto cercando di trasmettere questo atteggiamento con in mente però sempre la partita futura, perché la stagione del football è lunga e tutto può succedere. L’importante è trarre giovamento dagli errori e non ripeterli più”. Il carismatico tecnico statunitense non si dimentica del pubblico dei Crusaders: “Venite a sostenere l’unica squadra isolana che gioca a Football Americano. Portate il vostro orgoglio e il vostro supporto. Abbiamo bisogno del vostro aiuto perché dovete diventare il nostro dodicesimo uomo sul campo”.


CAMPIONATO SERIE A2 LENAF - WEEK 6 – GIRONE B

MONSERRATO – Campo Sportivo Eliseo Corona - Terramaini – Via Cabras - 07/04/2013 – Ore 14,00


CRUSADERS CAGLIARI

VS

LIONS BERGAMO

 

19-01-2013
Giacomo Clarkson discute con Tony Simmons
19-02-2013
I crociati sulla side line (Foto Marcello Trois)
19-04-2013
L'allenatore dell'attacco Tony Simmons (Foto Giulia Congia)

UN ASSEMBLAGGIO DI VOCI CROCIATE

La vigilia della gara contro i mitici Lions nei pensieri di tre protagonisti. Il primo a prendere la parola è il cornerback Francesco Sollai da Poggio dei Pini. Il suo è stato un gradito ritorno nell’unica franchigia isolana con la quale, in passato, ha avuto modo di conoscere l’ex capitano della difesa “Gambulone” e anche il compianto Michelone De Virgiliis in versione coach. “Sono stato il primo capitano della giovanile e corneback titolare della squadra – ricorda - insieme a Gespa Farris e Stefanino Murgia abbiamo formato quello che era stato il miglior secondario d’ Italia; ho anche dato una mano ad allenare la giovanile e ho partecipato al primo progetto scuole dei Cru quando era agli albori”. Nei suoi tempi d’oro Francesco era molto veloce e pur essendo di peso ridotto si distingueva nei placcaggi: “Dopo l’operazione al ginocchio e gli svariati infortuni – ammette il crociato - non sono sicuramente una scheggia e avendo perso l’abitudine ai "colpi" forse non sono neanche più un discreto placcatore, mi rimane una certa esperienza e sicuramente sono uno di quelli duri a morire”. Nel gruppo attuale si è integrato molto bene, ha ritrovato i suoi vecchi amici e compagni di squadra: “Mi reputo abbastanza socievole – prosegue Francesco - ho subito legato con i nuovi giovani, poi la leggenda di “Vomito” o “Vomitino” (questo è il mio soprannome che mi hanno affibbiato quando a 16 anni ho cominciato a giocare nei Crusaders ), mi ha preceduto e quindi molti dei giovani già avevano sentito parlare di me e delle mie marachelle, il che ha reso il processo di inserimento ancora più rapido e efficace”. Dall’amarcord alla triste realtà il passo è breve: “È innegabile che l’avvio di campionato non sia stato dei migliori – evidenzia il cornerback - anzi forse é uno dei peggiori al quale abbia mai preso parte; questo però non deve demoralizzare la squadra, anzi ci deve dare la spinta a fare meglio, a mettere la testa e gli attributi in campo”. Ribadisce che l’unico modo per migliorare sia la pratica e spende parole lusinghiere per il coaching staff perché si sta impegnando molto: “Anche noi dobbiamo impegnarci di più per cercare di migliorarci, seguire gli insegnamenti e studiare gli schemi”. La partita contro i Lions non sarà facile però vuole provarci: “Mi riterrò personalmente soddisfatto se vedrò in me e nei miei compagni la voglia di combattere – conclude Sollai - di dimostrare che abbiamo migliorato rispetto alle precedenti uscite. Perdere una partita non è una tragedia, perderla senza orgoglio, senza aver dato il massimo, senza aver veramente combattuto, senza aver applicato gli insegnamenti e le tecniche apprese in allenamento, quella si che è una tragedia, e non si può essere soddisfatti di certe disfatte, ma si può essere soddisfatti di una sconfitta se in questa si è messo tutto il cuore e tutto l’impegno di cui si dispone”.
E a proposito di secondario interviene il sopramenzionato Stefano Murgia che per prima cosa traccia un breve profilo dei Lions: “È una squadra che ha fatto la storia del football in Italia e ha vinto tutto, ho grande rispetto per loro, sono davvero forti e molto probabilmente arriveranno in finale”. Sulla situazione nello spogliatoio il linebacker si esprime così: “Vogliamo sicuramente un riscatto dopo la magra figura fatta contro i Barbari. Domenica però ci sono i Lions è vero, ma non è importante vincere o perdere, l'importante è il come”. Sul suo personale stato di forma non ha dubbi: “Fisicamente sto bene. Tra palestra e campo quest'anno sia io che gli altri siamo abbastanza in forma, però per vincere non serve solo quello, servono tante altre cose”. Le condizioni atmosferiche avverse che potrebbero abbattersi su Terramaini non lo spaventano: “Non sarà quello che influirà sull'esito della partita. Spero solo che non ci sia un diluvio universale almeno così il pubblico si può godere una bella giornata di sport. Forza Crusaders”.
Chiude la passerella di testimonianze il venticinquenne wide receiver Matteo Deidda, alla sua prima stagione in maglia rosso argento: “Stiamo lavorando con disciplina e tanta intensità - afferma - tante ripetizioni su una diversa gamma di esercizi, sia in attacco che in difesa, fino a raggiungere gli obiettivi richiesti dal coaching staff, così da eliminare e correggere errori e difetti ed affinare maggiormente la tecnica di gioco nonché l'intesa tra i compagni”. Intanto il coaching staff scuote la squadra e Matteo non si tira indietro: “Le botte ed il sudore non mancano e veniamo sempre stimolati a lavorare al massimo delle nostre potenzialità come se fossimo in gara. I nostri coach si arrabbiano quando si sbaglia e si complimentano quando le cose vengono fatte nel verso giusto. Sempre al massimo e sempre concentrati questo è ciò che ci viene raccomandato”. Scenderà in campo con una mentalità vincente: “So che statisticamente siamo sfavoriti ma non ho mai fatto caso a queste cose. So inoltre che i nostri avversari sono davvero forti, credo i favoriti nella corsa al titolo di campioni Lenaf 2013. Ma a chi piace perdere? Sicuramente non a me né a nessuno dei miei compagni di squadra. Scenderemo in campo mettendo tutto ciò che abbiamo dall'inizio alla fine e ciò di cui sono certo è che a prescindere dal risultato finale usciremo dal campo a testa alta dopo aver combattuto da veri uomini”. In conclusione ci racconta la sua esperienza come neofita della disciplina: “Ho davvero tanto da imparare ma sto impegnandomi al massimo per mettermi al passo con gli altri e grazie ai consigli del coach staff miglioro giorno dopo giorno. Piano, piano sto amando sempre di più il football e non sono uno a cui piace stare a guardare dalla side line; quindi non appena il coach staff mi riterrà all'altezza sarò pronto a scendere in campo per fare del mio meglio e dare il mio contributo attivo alla squadra. Lavorare non mi ha mai spaventato e continuerò a farlo con piacere, divertimento e tanta testa di modo da poter essere veramente utile al team. L'esperienza all'estero con i Timisoara 89ers mi ha fatto crescere in tutti i sensi e colgo l'occasione per ringraziarli e fargli un grosso in bocca al lupo per il campionato ormai alle porte. E adesso testa a domenica e forza cruuuuuuuuuu!”.

19-06-2013
Primo piano di Francesco Sollai (Foto Giulia Congia)
19-07-2013
Francesco Sollai guarda avanti
19-03-2013
Matteo Deidda (Foto Giulia Congia)
19-05-2013
Stefano Murgia e Davide Cappai (Foto Battista Battino)
19-08-2013
La locandina del match creata da Battista Battino

 

CALENDARIO GIRONE B SERIE A2 LENAF

03/03/2013
Grizzlies Roma - Barbari Roma Nord 24 - 07
10/03/2013
Crusaders Cagliari - Grizzlies Roma 10 - 20
Legio XIII Roma - Barbari Roma Nord 00 - 63
17/03/2013
Legio XIII Roma – Cardinals Palermo h. 15.00
24/03/2013
Grizzlies Roma - Legio XIII Roma h. 14.00
Crusaders Cagliari – Barbari Roma Nord h. 14.00
07/04/2013
Barbari Roma Nord - Grizzlies Roma h. 15.00
Briganti Napoli - Legio XIII Roma h. 12.30
Crusaders Cagliari – Lions Bergamo h. 14.00
14/04/2013
Barbari Roma Nord – Sharks Palermo h. 15.00
13/04/2013
Cardinals Palermo - Crusaders Cagliari h. 11.00
20/04/2013
Grizzlies Roma – ASD American Football Team Catania h. 15.00
21/04/2013
Legio XIII Roma - Crusaders Cagliari h. 15.00
28/04/2013
Legio XIII Roma - Grizzlies Roma h. 15.00
Barbari Roma Nord - Crusaders Cagliari h. 15.00
05/05/2013
Grizzlies Roma - Crusaders Cagliari h. 14.00
12/05/2013
ASD American Football Team Catania - Barbari Roma Nord h. 15.00
12/05/2013
Crusaders Cagliari - Legio XIII Roma h. 14,00
19/05/2013
Angels Pesaro - Grizzlies Roma h. 16.00
19/05/2013
Barbari Roma Nord - Legio XIII Roma h. 15.00


CLASSIFICA: Grizzlies Roma 4, Barbari Roma Nord 2, Crusaders Cagliari 0, Legio XIII Roma 0.

 


Link Utili:
www.lenaf.it/
www.grizzliesroma.it
www.legio13roma.it/
www.barbariromanord.com/


Gipi Puggioni - Ufficio Stampa Crusaders Cagliari